Gazebo

 

 

 

 

 

 

 

Venerdì 16/11/2012 dalle ore 15 sarà presente in corso  Italia angolo via Ratti un gazebo con paracadutisti della sezione  A. N. P. d’I. di Savona allo scopo di promuovere La conferenza sul 70° anniversario della battaglia di El Alamein che si terrà presso la sala del palazzo della Provincia sabato 17 alle ore 11.

 

 

41° anniversario della Meloria

 

 

In ricordo del Caporale Paracadutista Arcangelo Ciappellano

 Oggi, venerdì 9 novembre, ricorre il 41.° anniversario della tragedia della Meloria in cui 46 paracadutisti in servizio di leva effettivi alla 6^ compagnia “Draghi” del 2° Battaglione “Tarquinia” (ora 6^compagnia Grifi del 187° reggimento)  della Brigata Folgore persero la vita in un tragico incidente aereo. Tra questi sfortunati paracadutisti, un nostro concittadino era presente; il Caporale paracadutista Arcangelo Ciappellano.  Questa sera un gruppo di paracadutisti della nostra sezione ha voluto ricordarlo ponendo una corona di fiori sotto la lapide che si trova accanto all’abitazione da cui era partito per il servizio militare.

 L’esercitazione militare in questione era  NATO  e denominata “Cold Stream” si svolse  in Sardegna nel novembre 1971,  dove dieci aerei militari Lockheed C-130 Hercules si alzarono in volo dall’aeroporto di Pisa-San Giusto, per effettuare un lancio di paracadutisti sulle zone di operazione. L’Hercules n.4,(Gesso 4) appartenente alla Royal Air Force e condotto da equipaggio inglese, si inabissò al largo della costa livornese, probabilmente per un guasto, all’alba del 9 novembre 1971.

 I velivoli erano contrassegnati col nome in codice “Gesso” , da 1 a 10.

La tragedia della Meloria è il più grave luttuoso  disastro che ha coinvolto le nostre truppe italiane dalla fine della seconda guerra mondiale

Caporale paracadutista Arcangelo Ciappellano!!!

PRESENTE!!!!!

 

 

Festa Folgore 2012

LA STAFFETTA E LA FESTA DEL 70° (di Marco Paracadutista).

 PRIMA PARTE
Giovedì 25 ottobre 2012 sono partite alla volta di Pisa le Staffette degli Ideali rispettivamente da Tarquinia e da Tradate.
La nostra sezione ha partecipato venerdì 26 con 6 tedofori iscritti a percorrere una tratta (Tradate-Pisa), che prevedeva di ricevere in consegna la fiaccola a Pontremoli   dalla sezione di Parma per cederla successivamente alla sezione di Cuneo in attesa ad Aulla.

Completato il percorso i nostri tedofori sono risaliti sulle auto al seguito ed hanno accompagnato per un tratto gli atleti delle frazioni successive, dando un opportuno e gradito cambio in zona Torre del Lago in un momento di condizioni atmosferiche estreme.

Ecco in ordine alfabetico i tedofori della sezione ANPd’I di Savona:

Camignani Fabio – Deplano Lorenzo – Fossato Massimo – Gavarone Marco – Massafra Andrea – Porcella Andrea.

Nella foto di presentazione la maglietta tecnica commemorativa indossata dai tedofori sopraccitati.

SECONDA  PARTE
Arrivati in tarda serata al CAPAR di Pisa i tedofori sono stati registrati dall’ufficiale di picchetto ed accompagnati presso le camerate della compagnia trasporti Pegaso dove sono stati ospiti per la notte. Per alcuni è stata questa l’occasione di varcare nuovamente la soglia di quella che in un passato più o meno remoto fu vera scuola di vita, oltre che naturalmente di paracadutismo; qualcuno ha pure affermato che durante il servizio militare, qui in parte svolto, si era sentito un po’ come figlio di due madri,quella naturale e quella che si porterà comunque tutti nel cuore:la SMIPAR.

Trascorsa la notte naturalmente insonne fra ricordi e rimpianti,al mattino i tedofori preso commiato

dalla SMIPAR, attuale CAPAR, si sono trasferiti allo stadio di Pisa, in attesa di ricongiungersi con il resto della sezione e dei familiari giunti in pullman da Savona nonostante le pessime condizioni atmosferiche (che comunque ci hanno accompagnato per tutta la giornata).

TERZA PARTE
Molteplici e diverse per significato sono state le emozioni dei partecipanti alla cerimonia del 70° anniversario della battaglia di El Alamein; una su tutte il commosso saluto di tutto lo stadio all’alpino Tiziano Chierotti ultimo caduto nella missione in Afghanistan.

Emozionante come al solito è stato veder schierare i reparti sul campo accompagnati dalle note della famosa banda della Folgore che ha eseguito le musiche delle nostre più belle canzoni.

Molto emozionante il saluto dei reduci ed in particolare l’ingresso in campo del mitico Santo Pelliccia che, pugnale alla mano e in desertica dell’epoca,ha reso omaggio all’inno nazionale.

Bellissima e densa di significato la piccola cerimonia di consegna del paracadute ai nuovi allievi paracadutisti in attesa di brevettarsi da parte di paracadutisti più anziani.

Molto toccante la cerimonia di consegna delle onorificenze in special modo quelle individuali.

E in mezzo ai continui “parà…folgore!” risonanti in tutto lo stadio è stato molto bello il momento durante il quale hanno fatto il loro ingresso i labari delle sezioni presenti; nelle prime file quello della “nostra” sezione di Savona custodito dal presidente Aldo Cappello alias Devil One.

Suggestivo è stato anche l’ingresso dei rappresentanti di tutti i partecipanti alle varie missioni del Progetto El Alamein, del quale ormai tutti sono a conoscenza; nel gruppetto in tenuta desertica e per la soddisfazione di tutti noi, ha trovato meritatamente posto il nostro par. Lorenzo Deplano  che partecipò in precedenza alla staffetta nel deserto egiziano per i Leoni della Folgore.

Molti di noi hanno accusato il classico “nodo alla gola” quando sul terreno hanno fatto il loro ingresso di corsa i 4 tedofori rappresentanti le staffette; con le fiaccole in mano si sono avvicinati al braciere rituale e lo hanno acceso…fra di loro ecco il nostro par. Fabio Camignani, il d.t. della nostra sezione, che attraverso questo gesto entra di diritto,seppur in piccola parte, nella storia della Folgore.                                                                                                           Sabato 27 ottobre 2012

Un particolare ringraziamento va al sito “Congedati Folgore” per la gentile concessione delle foto di seguito pubblicate 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Festa  Brigata Folgore 27 OTTOBRE 2012
Stadio Arena Garibaldi Pisa

La sezione  A.N.P.d’I: di  Savona (Ten. Paracadutista Bromo De Camilllis M.A. V. M:)
era presente numerosa con famiglie.

 

 

Quando il buon sangue non mente

Francesca Capodimonte,
figlia di  Mauro  paracadutista che ha prestato servizio nel 186 rgt Brigata Folgore 14 comp. Pantere Indomite,

dopo la medaglia d’argento vinta lo scorso anno ai campionati mondiali di Brandeburgo in K2 metri 200,, si è distinta  a livello internazionale, sull’imbarcazione ammiraglia del K4 metri 500, distanza olimpica a tutti gli effetti.

Nella prima giornata dei campionati europei Juniores ed Under 23, organizzati per la prima volta in Portogallo, a Montemor-o-Velho, le ragazze italiane, dopo aver vinto la batteria, nella finale,  molto concentrate e determinate hanno superato equipaggi molto forti come l’Ungheria e i Paesi dell’ Est

Francesca e le compagne portacolori  della Canottieri Sabazia,   hanno compiuto il percorso in modo perfetto; ciò ha permesso al Team azzurro di classificarsi al terzo posto, con una meritatissima medaglia di bronzo.

Con questa gara, in vista delle Olimpiadi di Londra, termina l’attività internazionale della Federazione Italiana. Un meritato riposo per Francesca che riprenderà l’attività nazionale a fino mese con i campionati italiani di società che si svolgeranno a Caccamo, in Sicilia.