“La zavorrata del Montello”

30 maggio 6.41.45

Nella cittadina trevisana Giavera del Montello nella giornata del 26 maggio ’13 si è svolta la seconda edizione de “La zavorrata del Montello”. Si tratta di una competizione a coppie, dove i partecipanti percorrono 15 km circa con uno zaino affardellato del peso di 10 kg.
Il percorso è distribuito sul territorio che fu suo malgrado protagonista dei violenti scontri tra Austriaci e Italiani durante la Prima Guerra Mondiale e in particolare della battaglia conosciuta come “Battaglia del Solstizio”. Ora questo territorio è stato valorizzato inserendolo in Museo all’aperto della I^ Guerra Mondiale.
Nella giornata di sabato si è provveduto a rendere omaggio al monumento dedicato ai “ragazzi del ‘99”. La cerimonia è stata accompagnata dalla musica de “La Leggenda del Piave” le cui note sono state scandite dalla campana posta nella piazza dedicata a quei valorosi ragazzi. Altro omaggio è stato attribuito al Sacrario Inglese, dove riposano numerosi soldati di quella nazionalità che in quel conflitto vennero in Italia a sacrificarsi
La competizione quest’anno ha visto la partecipazione di una nutrita rappresentanza savonese con due squadre motivate, composte da: par. Lorenzo Deplano e par. Massimo Fossato mentre l’altra, invece formata, dall’alpino paracadutista Andrea Mondello e dal par. Camignani Fabio.
I 15 km sono distribuiti su un percorso bellissimo, ma selettivo, all’interno di bucolici boschi e panorami spettacolari , caratterizzato da crudeli asperità predisposte a fare male alle gambe e spezzare la volontà. La prima a giungere davanti al cronografo del giudice è stata la squadra denominata “Nembo di Oriago” in 1h e 28’, tallonata dalla squadra 1 di Savona composta dal par. Lorenzo Deplano e Massimo Fossato a sua volta inseguita dalla squadra 2 di Savona con l’alpino paracadutista Andrea Mondello ad imporre il passo e il par. Camignani Fabio.
Dopo la competizione ha avuto luogo la deposizione di una corona di alloro davanti al monumento ai paracadutisti italiani eretto nel comune di Giavera del Montello e la premiazione delle squadre .
Al termine delle premiazioni nei pressi dei locali della Villa Wasserman
l’organizzazione delle sezioni di Treviso e San Donà del Piave ha provveduto ripristinare le energie disperse dai partecipanti alla gara con un’abbondante grigliata di carne.
Ottima manifestazione con una giusta miscela di cultura storica, rievocazione dei valori a noi paracadutisti cari, e l’immancabile agonismo.
Arrivederci al prossimo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *