Quando il buon sangue non mente

Francesca Capodimonte,
figlia di  Mauro  paracadutista che ha prestato servizio nel 186 rgt Brigata Folgore 14 comp. Pantere Indomite,

dopo la medaglia d’argento vinta lo scorso anno ai campionati mondiali di Brandeburgo in K2 metri 200,, si è distinta  a livello internazionale, sull’imbarcazione ammiraglia del K4 metri 500, distanza olimpica a tutti gli effetti.

Nella prima giornata dei campionati europei Juniores ed Under 23, organizzati per la prima volta in Portogallo, a Montemor-o-Velho, le ragazze italiane, dopo aver vinto la batteria, nella finale,  molto concentrate e determinate hanno superato equipaggi molto forti come l’Ungheria e i Paesi dell’ Est

Francesca e le compagne portacolori  della Canottieri Sabazia,   hanno compiuto il percorso in modo perfetto; ciò ha permesso al Team azzurro di classificarsi al terzo posto, con una meritatissima medaglia di bronzo.

Con questa gara, in vista delle Olimpiadi di Londra, termina l’attività internazionale della Federazione Italiana. Un meritato riposo per Francesca che riprenderà l’attività nazionale a fino mese con i campionati italiani di società che si svolgeranno a Caccamo, in Sicilia.